Sito in vendita
Cucina tipica laziale: i piatti tipici locali del Lazio

La cucina tipica laziale

Ricette tipiche della cucina del Lazio

I piatti più rinomati della tradizione culinaria del Lazio

Cucina regionaleRustica, genuina e per molti aspetti povera, la tradizione gastronomica del Lazio propone pastasciutte, legumi e, quanto alla carne, valorizza gli scarti – le interiora e la coda – delle tavole dei ricchi.

Molti piatti divenuti tipici della cucina locale provengono da altre città o nazioni, qualche esempio: i carciofi "alla giudia" vengono dal ghetto ebraico; gli spaghetti all'"amatriciana" arrivano da Amatrice, un paese che un tempo apparteneva alla provincia dell'Aquila, in territorio abruzzese; gli "gnocchi alla romana" a base di semolino forse hanno origine piemontese, come attesta l'abbondanza di burro.



I primi piatti sono per lo più pastasciutte: le "fettuccine alla romana", che si condiscono con ragù di pomodoro, prosciutto, funghi e rigaglie di pollo; i "bucatini" (e gli spaghetti) all'"amatriciana", con pancetta e peperoncino; gli spaghetti "alla carrettiera" con tonno, funghi e pomodoro; quelli "alla carbonara" con guanciale o pancetta, pecorino e rosso d'uovo; la pasta "ajo e ojo". Deliziose sono le minestre come la "stracciatella", in cui le uova sbattute si buttano nel brodo "stracciandole" con la forchetta; la zuppa di fagioli, insaporita da un battuto di lardo ricco di aromi.

I secondi piatti annoverano la "coda alla vaccinara", in cui la coda, unita ai "graffi" o guance dell'animale, è cotta con un ragù insaporito con uvetta, pinoli, cioccolato amaro e sedano a pezzetti. La "pajata", a base di budella di vitello da latte, si cuoce in un soffritto molto aromatizzato con il quale si condiscono i rigatoni; la "coratella d'abbacchio", è pure a base di interiora; l'abbacchio arrosto o alla cacciatora è accompagnato da un intingolo nel quale confluiscono aglio, rosmarino, vino bianco, acciuga, peperoncino; il "garofalato di manzo", cioè girello steccato di lardo e chiodi di garofano, e stufato a lungo; i "saltimbocca", fettine di carne di vitello con salvia e prosciutto arrotolate e fermate con uno stecco; il "fritto scelto", composto da cervella, animelle, fegato, carciofi, zucchine, ricotta, mele, pere, fette di pane; il "fritto misto" presenta invece fette di carne, costolettine d'abbacchio, verdure passate in pastella.



Lungo la costa si mangiano crostacei, molluschi e pesci di ogni genere; a Roma i pesci più noti erano le "ciriole", piccole anguille del Tevere; le "arzille", che pure si pescavano nel Tevere; il baccalà d'importazione.

Alcuni tra i piatti più rinomati della tradizione culinaria Laziale:

- Abbacchio Dorato
- Animelle al Marsala
- Asparagi con Uova e Pecorino Romano
- Bianchetti alla Giudea
- Bucatini del Contadino
- Budini di Carne
- Canape' Piccanti
- Cannoli di Pecorino Romano con Caciotta
- Carbonara Vegetariana
- Carciofi alla Giudia
- Carciofi alla Romana
- Carpa con le Olive
- Cavolfiori Stufati con Fegatini-pecorino
- Cosciotto di Tacchino agli Aromi
- Crostata di Ricotta
- Fagioli all'Uccelletto
- Filetti di Pesce Persico alla Menta
- Frittata di Zucchine e Champignon
- Gnocchi con Pomodoro-maggiorana-pecorino
- La Bruschetta
- Lasagne alla Mozzarella
- Maccheroni Gratinati
- Melanzane al Forno con Pomodoro-pecorino
- Merluzzo Gustoso
- Minestra Della Zia Marianna
- Pancarrè Campagnolo
- Pandolce Romano
- Panzanella
- Panzerotti
- Pappardelle all'Anatra
- Pasta all'Arrabbiata
- Pescatrice al Pomodoro e Capperi
- Piselli alla Romana
- Purea di Pere con Pecorino Romano
- Risotto Rustico
- Saltimbocca alla Romana
- Scaloppine al Latte
- Sfilatino all'Italiana
- Sformato di Verza con Pecorino Romano
- Spaghetti alla Carbonara
- Spiedini di Frutti di Mare
- Spigola al Sale
- Spinaci Strascicati
- Stinco al Forno
- Stracciatella alla Romana
- Succo di Amarene
- Tacchino agli Anacardi
- Torta Rustica con Funghi
- Torta di Albumi
- Trippa in Bianco con Fagioli e Pecorino
- Uova Ripiene Fritte
- Uovo all'Occhio di Bue
- Zuppa di Pane e Cavolo